In libreria

Fin da bambino, T. ha venerato il denaro, le istituzioni, gli uomini di Stato. Ora è un ambizioso imprenditore immobiliare di Los Angeles, freddo e disciplinato, che conduce una vita solitaria e scandita dal lavoro. Ma un incidente improvviso inizia a cambiargli l’esistenza: T. mette in dubbio i suoi affari, corre il rischio di innamorarsi e perde l’illusione di controllo che l’ha guidato fino a quel momento. Si allontana dal mondo artificiale degli uomini per avvicinarsi a quello naturale degli animali. Comincia a entrare furtivamente negli zoo, dove davanti a specie prossime all’estinzione riuscirà finalmente a capire se stesso e il mondo in cui vive. Cosa sognano i morti mette in scena il conflitto tra individualismo e spirito comunitario, uomo e ambiente, amore ed egoismo, costringendo il lettore a una presa di coscienza: l’unico modo che abbiamo per salvarci dall’estinzione.