In libreria

Secondo Esiodo, il mondo ha avuto inizio con il Caos, con la Terra, con gli Inferi e con Eros, il più bello tra gli dèi, che «dissipa ogni cura» ma anche «ogni accorto consiglio». Una forza, creatrice ma anche distruttrice, secondo un’interpretazione che in Occidente ormai facciamo nostra quasi senza pensarci, contrapponendo ragione e passione, spiritualità e fisicità. Eppure c’è una visione dell’eros in cui queste distinzioni si annullano: è la via, o tao, degli antichi testi cinesi, ma anche l’energia, o shakti, delle pratiche del tantra. Forme di sapienza apparentemente lontane tra loro e da noi, ma che ci insegnano, come spiega Francesco Casaretti, una profonda lezione su noi stessi, i nostri corpi, la nostra felicità.